Ma il Covid non è altro che una scusa: ecco cosa ci stanno dicendo

IL COMMENTO ALLA NOTIZIA | Ne parlo da un anno, ora lo dice anche il mainstream che ne parla sempre di più. Si va dichiaratamente verso non solo l’antibiotico resistenza, ma più in generale verso la resistenza ai farmaci. Detto che l’unico modo per non finire nella morsa della resistenza ai farmaci (che ovviamente farà molte più vittime della falsa pandemica), è quello di purificare il proprio corpo bevendo acqua purificata (QUI IL LINK AL METODO DI PURIFICAZIONE). 

E poi si parla sempre più di batteri resistenti ai farmaci, in sostanza il mainstream (con la scusa del Covid), ci sta anticipando ciò che già sappiamo e che vi racconto da più di un anno. La prossima pandemia sarà resistente ai farmaci, figlia di un batterio cosiddetto alieno, che non significa extraterrestre ma sconosciuto alla natura umana. Tranne a chi lo ha già creato in laboratorio. 

Ma non solo 

Questa notizia può anche allo stesso tempo (dunque in aggiunta), nascondere una verità parallela: quella che con il tempo le morti dei vaccinati saranno attribuite a questi batteri, probabilmente perché i vaccinati nel corso del tempo potrebbero risultare resistenti ai farmaci molto più rispetto ai non vaccinati.

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

Editoriale 25 Giugno 2024

Oscuramento del sole, ci sono novità. Sì, perché il mainstream comincia a parlarne apertamente. Lo fanno, lo si fa, lo si oscura per il nostro bene, un concetto già sentito, vero? Ma andiamo con ordine, perché è tanta ed è forte la simbologia che c’è dietro l’azione di oscuramento del sole, oltre al fatto che togliere il sole non fa bene alla salute, colpisce e crea danni a corpo  e anima. Non c’è bisogno che lo debba spiegare, quindi partiamo con un nuovo tassello del simbolismo che sta dentro questa azione per poi sentire a mezzogiorno un estratto mainstream dove si parla apertamente di oscuramento del sole. 

Perché oscurare il sole? 

Perché mettere un ombra sul sole e filtrarlo? Da un punto di vista simbolico e di simbolismo, la riposta (una delle tante perché sono tante le risposte), è semplice, molto semplice in realtà. Il sole non è una palla di fuoco che sta lì in cielo e che ci riscalda e che rende possibile la vita. Non è solo questo, è molto di più. Il sole nell’antichità era un Dio ed era tenuto in considerazione in una maniera differente. E chi controlla certi meccanismi queste cose le sa benissimo e sa perfettamente. Perché vedete, viviamo in un mondo fatto di rituali, un mondo dove c’è un piano più sottile che noi spesso non vediamo. Sappiamo benissimo che dietro ci sono i massoni, sappiamo benissimo che in certi posti e luoghi si fanno dei rituali che sfuggono alla nostra umana comprensione. Tutto quello che viviamo esternamente si riflette con quello che viviamo internamente, e già questa è di fatto una risposta. Tutto questo un condizionamento. E come quando ti dicono sorridi ed alla fine sorridi anche se non ne hai voglia, ecco, oscurare il sole condizione, ma in modo negativo la vita si tutti gli esseri umani sottoposti a questa malvagità. 

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

Sabbia? Ma va!

IL COMMENTO | Abbiamo visto il video, ma per chi non ci ha creduto e per cercare allo stresso tempo di far aprire gli occhi al maggiore numero possibile di persone, ecco le analisi scritte in merito ai veleni presenti nella nube tossica sahariana. Un istituto di ingegneria chimica in Bosnia Erzegovina ha analizzato la “sabbia sahariana” che piove dal cielo, trovando tra gli altri: 

Arsenico 44 X, bario 660, nichel 2500, zinco 64 e ferro 23 X in più, il resto le potete leggere nel documento. 

Peraltro nichel, bario, alluminio e arsenico (metalli che non esistono nel deserto del Sahara) sono in quantità superiori fino a 700 volte i limiti autorizzati.

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

Editoriale 24 Giugno 2024

Intanto che la nube (la cosiddetta nube sahariana), si è ormai dissolta, oltre che essere passata con il suo carico di morte (leggasi l’infinita lista di metalli pesanti che portava con sé già elencati in più occasioni non dopo aver evidenziato quanto questi siano stati respirati, mangiati e bevuti dalla popolazione, si è acceso il dibattito in relazione al fatto che probabilmente siamo ormai nel pieno della sperimentazione si geoingegneria di copertura del sole tanto cara a quel demone di Bill Gates, sempre più indizi portano ad affermare che sì, ci è stata una combinazione di eventi, ovvero, la nube sahariana a fare da cavallo si Troia per spargere veleno, ma anche contestualmente un’azione di oscuramento del sole. 

In cosa consiste 

Intanto Gates ha finanziato il progetto, già testato ma poi bloccato, ora ripreso. Si chiama sbiancamento delle nuvole, un vero e proprio aerosol di potenza tale da poter irrorare perfino le nuvole sopra gli oceani, ciò per fare in modo che le nuvole abbiano la forza di riflettere più luce del sole verso l’atmosfera. Ma gli scienziati stessi che lavorano da anni per oscurare il sole, affermano che questa non può essere una soluzione a lungo termine, poiché di fatto è la mossa della disperazione contro il riscaldamento del pianeta. Eppure, pur sapendo quanto sia dannosa, quella di oscurare il sole pare sia ormai prossima a diventare prassi di geoingegneria. 

Non solo 

A tutto ciò si aggiunge un problema non da poco, perché ad esempio, si sta lavorando (notizia pubblica già analizzata sul canale), all’utilizzo dell’intelligenza artificiale per impedire che si vedano le scie chimiche così da non destare sospetto e preoccupazione. Ma in questi giorni che non si vedeva (e capita sempre più), né cielo né sole, chi ci impedisce di pensare che oltre al bombardamento di metalli pesanti non ci fosse qualche altra azione aerea che ovviamente non potevamo vedere? 

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

Vero significato

IL COMMENTO | Questa è una moneta da due euro del 2023 coniata per festeggiare i cento anni dell’Aeronautica militare. Cosa dicono i simbolisti in merito al disegno riportato nella moneta? Dicono che è evidente che il progetto Haarp, in mano ai militari. Ma non solo, perché i due aerei raffigurati con tanto di linee, cerchi e semicerchi, simboleggiano l’irrorazione nei cieli di bario e metalli pesanti in genere attraverso l’utilizzo delle scie chimiche. 

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

Situazione Mediterraneo

Da fonte sicura e riservata nonché impegnata sul campo, vi racconto cosa sta succedendo nel Mediterraneo da quando è ufficialmente cominciato il conflitto Russia Ucraina e resto del mondo. Trovare notizia di prima mano di questo tipo è cosa quasi impossibile, essere autorizzati alla diffusione impossibile, ma io (a mio rischio e pericolo), voglio condividere con voi quanto mi è stato dettagliatamente raccontato sabato notte. Certo, non lo nascondo. Rischiare grosso sapendo in partenza che pochissimi leggeranno, comprenderanno e condivideranno, mi fa male e mi fa chiedere chi me lo fa fare. La risposta sta nella passione che metto nel mio lavoro, e so anche che difficilmente qualcuno interverrà in mio sostegno nonostante ciò che ora vi svelo. 

Situazione nel Mediterraneo 

Il Mediterraneo è un continuo vai e vieni di imbarcazioni militari di ogni tipo (dalle più piccole alle portaerei), armate fino ai denti in un contesto di traffico marino senza precedenti. Navi USA e russe, così come navi cinesi, così come navi di ogni Paese in qualche modo interessato direttamente o indirettamente a quanto sta accadendo sul fronte Ucraina. Il traffico è concentrato fino a poco prima la Palestina, da lì non c’è traffico militare. Nel Mediterraneo è di fatto in corso una guerra fredda, basti sapere il ruolo delle navi italiane è lo stesso di tutte le altre imbarcazioni presenti. Tutti spiano tutti, con le imbarcazioni più piccole che si mettono in coda alle più grandi (le italiane fanno solo questo), incassano il maggior numero possibile di materiale fotografico e informazioni di vario genere che trasmettono immediatamente alla Farnesina. Ovviamente questa attività non è gradita, le navi più grosse intimano lo stop, e avanti così. Questo da quando è iniziato ufficialmente il conflitto, non a caso non si è più sentito parlare di migranti. Il testo che avete letto è un editoriale di tempo fa, ad oggi le cose è la situazione non è cambiata, tranne per qualche cenno di verità autorizzato a mezzo stampa. 

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

Editoriale 23 Giugno 2024

Quello della cannabis è senza ombra di dubbio uno dei più grandi complotti della storia. Ed oggi ve lo racconto e svelo. Per millenni (dal 2737 A.C.), è stata una delle medicine più importanti e più utilizzate dall’umanità. Alcuni esempi. I Fenici ci facevano le reti da pesca, corde e vele delle loro navi, le stesse presenti sulle caravelle di Cristoforo Colombo. Ma non solo, perché con la sua carta fu stampato nel 1453 il primo libro stampato della storia, la Bibbia di Gutenberg. Tre secoli dopo fu il turno della dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti. 

Persone come Washington la coltivavano personalmente, e ci sono stati periodi storici in cui data la sua importanza era vietato non coltivarla. Perfino i primi jeans Levi’s avevano le tasche realizzate con la fibra di cannabis, ovvero l’unico materiale capace di reggere il peso delle pepite dei cercatori d’oro. Stessa fibra utilizzata da Van Gogh per la realizzazione delle sue tele, e perfino Ford la utilizzò per realizzare l’automobile più ecologica di sempre, costruita e alimentata con i suoi derivati. Ciò perché la cannabis è anche combustibile. 

Le lampade che illuminavano le strade di notte? In tutto il mondo esse funzionavano grazie all’olio dei semi di cannabis. 

E si potrebbe andare avanti per ore, specie per ciò che riguarda il campo medico e del dolore. Capite perché si demonizza e si mette al bando e si arresta per cannabis? 

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

IL COMMENTO | Chiudiamo (si fa per dire), in bellezza (ma non è bellezza), la lunga parentesi di oggi iniziata alle undici del mattino sulla questione clima e dintorni. 

Lo facciamo con questa con una perla del solito Alessandro Gassmaan che in un contesto di autentico delirio fa sapere che siamo sopravvissuti a un virus (quale?), e che per di più ha a che fare (dice lui), con l’alterazione del clima con l’antropizzazione del pianeta. 

Poi la profezia: i figli dei nostri figli non potranno sfuggire a tutto questo (tutto questo cosa?), ed ovviamente per volontà governativa. Anche in questo caso, pur di mantenere viva la farsa climatica, si utilizzano personaggi capaci e disposti a dire qualsiasi cosa, anche elementi assolutamente incomprensibili e probabilmente senza senso. Una sorta di indecorosa ed indegna supercazzola. 

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

A nostra insaputa

IL COMMENTO ALLA NOTIZIA | Ben sapete che amo dare al Canale una forma giornale, e questo articolo sposa e completa quanto detto alle undici e a mezzogiorno. La linea mainstream e di sistema è quella di vedere caldo anche dove non esiste, la farsa della crisi e del cambiamento climatico va sostenuta ad ogni costi, e come per il covid ha i suoi protagonisti, i volti della menzogna in diretta tv e sui giornali. E quindi dopo i sessanta (60) gradi a Napoli, ecco il maggio più caldo di sempre, perché ogni mese deve essere il più caldo di sempre così come ogni estate è da una marea di anni ogni anno la più calda di sempre. È stato il maggio più caldo di sempre ma non ci siamo accorti di nulla. Quando in molte zone d’Italia si stava con i riscaldamenti accesi ed il fuoco accesi fino anche ad una settimana fa, non era freddo, era il maggio più caldo si sempre. Qualunque temperatura faccia sarà sempre la più calda di sempre. Così hanno deciso. 

Davide Zedda

Condividi

🛑 Unisciti al Canale Telegram T.me/Davide_Zedda

🛑 Se vuoi sostenermi con una libera donazione, ecco il link per poterlo fare.

« Post precedenti
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com